AVVENTURA CON AUTO ELETTRICA : NO, ECCO PERCHE’.

Scritto da admin
Nella categoria: Inchieste, Prova su Strada, Tg Drive
Data: 19 Settembre 2019

Con le numerose offerte di motori elettrici sbocciate a Francoforte abbiamo maturato una certezza: il motore elettrico non è adatto a chi, come noi, ritiene l’auto una matrice di avventure individuali, che nascono tra le fantasie delle pause dal lavoro ,per realizzarsi nel tempo libero, con programmi concreti.

Con 550 km di autonomia si può programmare solo un itinerario di 200 km di andata, altrettanti per il ritorno, 100 di movimentazione locale, 50 di riserva. Oltre questi limiti bisogna prevedere una ricarica, assorbita da una ipotetica colonnina, che in mezzora ci rimette in marcia. Purtroppo la ricerca della colonnina riduce lo spazio preventivato per la movimentazione locale ed apre lo spazio per un’incognita supplementare, la coda con chi si è trovato ad affrontare lo stesso nostro problema. Questa analisi consiglia di prevedere una sosta in albergo aumentando il costo e la durata della vacanza. Un disastro organizzato e imprevedibile.
Se dovete acquistare un’auto, seguite il nostro suggerimento: motori diesel o benzina di ultima generazione o ibridi. Questi ultimi aumentano l’autonomia… ma hanno un prezzo di listino più alto. Fate i conti con queste riflessioni in evidenza. L’avventura è fuori e vi aspetta stimolante e divertente. Proviamo ad analizzare l’uso di un’auto ibrida: 800 km di autonomia, da percorrere in un giorno (con relativo rifornimento di carburante, che richiede 10 minuti di sosta e nessuna ricerca o ritardi di code. Nei nostri test calcoliamo di percorrere 1400 km per raggiungere il terreno dove inizia l’avventura. Il giorno successivo si può essere operativi, in una “terra incognita” dove si può dimenticare l’incognita del carburante, sempre disponibile in ogni angolo del pianeta.

Tags: ,

I commenti sono chiusi.